Archivio per agosto, 2010

Una prospettiva sulla post-produzione in camera

giovedì, agosto 26th, 2010

E’ disponibile la nuova Canon EOS 60D. L’azienda giapponese  ha inserito funzioni post-processing delle immagini in camera. Questo software (gestito dal firmware) è così avanzato da dare un senso a funzioni considerate inutili e imposte dal marketing. Data la novità della cosa ho fatto una riflessione (addirittura!).

Se i processori delle fotocamere sono così potenti da poter gestire un piccolo software di fotoritocco, perchè non aggiungere una porta VGA/DVI/Displayport e una porta USB-host e realizzare una stazione di post-produzione? Così si potrebbe fornire una funzionalità unica e innovativa, dando grande risalto e senso ad una flessibilità mai vista prima in una fotocamera. Funzione che può essere utile anche così com’è ma che rimane fortemente limitata dallo schermo a 3″ e dai controlli della fotocamera. Con un monitor e una mouse si potrebbe simulare un pc, e grazie ad accessori WIFI potrebbe essere gestito anche l’invio dei definitivi via email.

Penso che sarebbe molto apprezzata da giornalisti e da chi viaggia molto.

Drupal 6.x Aruba e .htaccess, così funziona.

lunedì, agosto 23rd, 2010

Riporto la guida di mplebani per configurare il .htaccess di Drupal 6 quando abbiamo un hosting Aruba. Ho seguito i suoi consigli e ho attivato velocemente i Clean URL.

Commentare queste righe:
 # Options -Indexes
 # Options +FollowSymLinks
 # DirectoryIndex index.php

Fonte: http://mplebani.wordpress.com/2009/01/10/installare-drupal-6-su-aruba/

SEO BRICK – I TAG indispensabili

lunedì, agosto 16th, 2010

Il tag <TITLE> rappresenta il titolo che avete scelto di dare alla vostra pagina web. Appare in alto sulla finestra del browser e nelle linguette delle tab. Per essere indicizzato correttamente ed essere di reale aiuto al lettore deve rispettare alcune regole:

  • Non scrivere tutto in maiuscolo, non verrebbe letto dall’utente.
  • Inserire all’interno del titolo keyword importanti e rappresentative del contenuto e del sito.
  • Inserire titoli descrittivi, anche con più parole, purchè risultino di veloce e facile lettura.

I tag <H*> sono stati creati per indicare gli argomenti del testo. Sono a disposizione 6 tag <H*>. Dal più importante <H1> a <H6>. Questi tag devono essere usati con parsimonia, evitando di racchiudere grandi quantità di testo.

Di seguito un riassunto dell’uso canonico:

  • H1 o H2 per titoli delle pagine
  • H2 o H3 per i sottotitoli (abstract) delle pagine
  • H4 o H5 o H6 per ulteriore frammentazione del testo

Il meta tag “keywords” è invisibile all’utente ma permette di specificare per il sito web e più in dettaglio per ogni pagina una lista di parole pertinenti con i contenuti proposti. Queste parole sono utilizzate dal motore di ricerca per definire con precisione cosa andare a cercare nella pagina. E’ buona pratica differenziare per ogni contenuto le keyword.

Alcuni consigli di inserimento:

  • Non scrivere più di 10-15 parole, una eccessiva quantità le rende inutili
  • Fare attenzione all’ordine delle parole inserite, le più importanti vanno in testa
  • Scegliere con cura maiuscolo e minuscolo, è rilevante
  • Inserire chiavi di ricerca per cui vorreste che quel contenuto venga trovato
  • Non divagare eccessivamente dal testo inserito

Il meta tag “description” è invisibile all’utente ed è formato una piccola descrizione del sito o della pagina che verrà mostrata come anteprima nei risultati di ricerca.

Alcuni consigli:

  • Non dilungarsi, vengono mostrate ben poche righe nelle anteprime di ricerca
  • Inserire per ogni pagina una descrizione pertinente
  • Concisa e descrittiva

Il tag “alt” o tag alternate è un attributo del tag img, serve per descrivere con parole il contenuto di una immagine. Con questo tag puoi dare valore alle illustrazioni anche per i motori di ricerca.

Alcuni consigli:

  • Descrivi il contenuto della immagine per quello che è, non intavolare discorsi
  • Descrivi anche loghi, marchi e altri simboli
  • Questo testo è utilizzato anche dai lettori automatici e appare quando l’immagine non viene caricata (per errore o impostazione del client)

SEO BRICK – Comportamenti da evitare

venerdì, agosto 6th, 2010

Politiche di gestione del sito web

Non abbandonare il sito web senza pubblicare articoli. Questa situazione distrugge in poco tempo l’investimento orario e monetario effettuato. Piuttosto valutare servizi di gestione dei contenuti da parte di soggetti esterni all’azienda.

Scrittura dei contenuti

Non inserire contenuti senza senso o fini a se stessi, il disordine nella comunicazione è percepito negativamente dal tuo cliente.

Inserimento dei contenuti

Non ripetere ossessivamente una o più parole all’interno di un testo, questo comportamento è dannoso sia per il posizionamento sia per la lettura dell’utente.

Evita di pubblicare più volte lo stesso contenuto nello stesso sito web. Questo irrita i motori di ricerca che abbassano la credibilità del tuo sito.

Non ricopiare i contenuti del vecchio sito sul nuovo senza aggiornali, integrarli o riscriverli. Una nuova grafica può avere un buon impatto sui tuoi utenti, però al motore di ricerca non interessa. Valuta anche questa regola generale: Nessuno compra su un bellissimo sito web con scarse informazioni, ma tutti possono comprare su un sito web di scarsa grafica ma chiaro e ricco di informazioni.

Non utilizzare tecniche di occultamento del testo o altri trucchi per aumentare la visibilità, se il motore di ricerca se ne accorge sarete fortemente penalizzati. E più in generale non fare qualcosa allo scopo diretto di falsare i risultati.